23 gennaio 2013

Proposizione Dichiarativa

La proposizione dichiarativa è una proposizione subordinata che svolge la funzione di chiarire/spiegare un elemento della reggente completando il significato del periodo.

L’elemento che viene spiegato può essere un pronome dimostrativo (questo, quello, ciò), un sostantivo derivante da un verbo indicante opinione, speranza, convinzione (la speranza, la certezza, il timore, l’impressione, l’idea etc.):

Sono sicuro di ciò, che possiamo superare l’esame


Su questo siamo d’accordo, che la situazione non è più tollerabile


Ho l’impressione che tu stia sbagliando


Per evitare di confondersi con soggettive e oggettive è sufficiente ricordare che le dichiarative dipendono da un nome o da un pronome della reggente e non dal suo predicato. Si considerino i seguenti esempi

soggettiva → è certo che Mario abbia imbrogliato Luigi


oggettiva → Luigi dice di essere stato imbrogliato da Mario


dichiarativa → Luigi ha una certezza: che Mario l’abbia imbrogliato


dichiarativa → una cosa è ormai certa: che Mario ha imbrogliato Luigi


soggettiva → mi addolora che Mario l’abbia imbrogliato


dichiarativa → questo mi addolora: che Mario l’abbia imbrogliato


La proposizione dichiarativa può avere sia forma esplicita sia forma implicita:

  • nella forma esplicita è introdotta da che e può avere il verbo al modo indicativo, congiuntivo o condizionale;

  • nella forma implicita, che è possibile solo se il suo soggetto coincide con quello della reggente (questo sperava Luigi, di trovare una mela), è introdotta dalla preposizione di e ha il verbo all’infinito.

Nessun commento:

Posta un commento